27
Ago

Conferenza Stampa Formula 1 Gran Premio Heineken d'Italia 2020

In pista il colore rosso spesso associato ai numeri della pandemia, assume il significato di energia e passione, la stessa con cui i “Leoni” di CEA Squadra Corse si sono preparati, nel pieno rispetto delle disposizioni Covid, per sostenere un primato importante: quello di far parte della sola squadra antincendio al mondo che interviene in tre Gran Premi di F1 nello stesso anno e nella stessa nazione.

Si preannuncia così un autunno caldo che prende avvio sulla coda dell’estate con il Gran Premio d’Italia a Monza, senza la presenza di pubblico al fine di ridurre il rischio di diffusione del virus, il 4, il 5 e il 6 settembre, un'emozione che dura da più di novant'anni, dove i “Leoni” CEA saranno pronti a sorvegliare sulla sicurezza di piloti e addetti ai lavori e avranno appena il tempo di lasciare il tempio della velocità per essere di corvée a stretto giro l’11, il 12 e il 13 settembre al Gran Premio della Toscana Ferrari 1000, sempre a porte chiuse, al Mugello Circuit, che dopo 106 anni dalla prima gara disputata sul circuito stradale, ospita il suo primo Gran Premio di F1.

Il 31 ottobre e l’1 novembre i “Leoni” CEA saranno poi testimoni del grande ritorno della Formula Uno a Imola; dopo 14 anni di assenza, il Gran Premio dell’Emilia Romagna si terrà all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari e per la prima volta si sperimenterà il nuovo format di gara articolato in sole due giornate.

Un calendario molto concentrato fin dallo scorso luglio e che si conferma per i prossimi mesi, tanto più se si pensa che contemporaneamente al Gran Premio di F1 a Monza la Squadra Corse CEA sarà presente anche al Campionato Italiano Velocità di moto a Imola, lo stesso dicasi per il Gran Premio del Mugello che si terrà in concomitanza con la 32° Cronoscalata Bologna-Raticosa, e per il Gran Premio di F1 dell’Emilia Romagna che si svolgerà contemporaneamente al Milano Monza Open Air Motor Show, dove i “Leoni” sono sempre garanzia di manifestazioni in sicurezza.

Una Squadra Corse dunque prontissima e attiva per i tanti che la seguono da casa con passione.

Una ripartenza particolarmente importante dove ognuno offre il proprio contributo: gli organizzatori, i team, i piloti, il personale medico, i commissari, i “Leoni”; tutti gli addetti ai lavori che con le loro attività scendono in pista dando un segnale importante: ricominciare si può ed è lavorando insieme che è possibile tracciare un futuro migliore.

Rossella Amadesi